Foto Daniela Gaspare – da Facebook
in foto: Foto Daniela Gaspare – da Facebook

Sono partiti oggi, 14 ottobre, gli interventi di riqualifica dell'ex area mercatale "Luna Rossa" di Bagnoli, nella zona ovest di Napoli, finita sotto sequestro nel giugno 2017. A fine settembre, avevano fatto sapere il Comune di Napoli e la X Municipalità, era stato firmato il contratto per l'affidamento dei lavori per il recupero e per l'eliminazione dei pericoli che avevano portato al provvedimento della magistratura. Successivamente al sequestro i mercatali avevano dovuto trovare un'altra sistemazione, per arrivare a quella odierna su viale Giochi del Mediterraneo, e nel corso dei mesi si erano succedute le fantasiosi voci sulla destinazione di quell'area mercatale: tra le più gettonate, quella che prevedeva la costruzione di un ex campo rom nell'area.

Tra i primi interventi nell'area di via Boezio oggi c'è stato l'inizio dell'abbattimento della passerella, costruita nei primi anni 2000; realizzata per l'America's Cup del 2017, non venne però mai utilizzata e l'assenza di manutenzione ne aveva minato la stabilità. I lavori dureranno circa un mese, al termine dei quali l'area potrà essere restituita al quartiere per essere di nuovo utilizzata per il mercato.

"Grazie all'intervento dei privati – aveva agli inizi di ottobre il vicesindaco Enrico Panini, con delega al Commercio – è stato possibile recuperare questa area mercatale che ospiterà a breve, dopo l'emanazione di un apposito bando, un adeguato numero di operatori creando nuova occupazione, posti di lavoro e rafforzando il canale distributivo commerciale del quartiere. Un ringraziamento alla municipalità ed in particolare al presidente Diego Civitillo e all'Assessore al Commercio Giovanni Grilli che sono stati i protagonisti di questa importante iniziativa".

L'area, ha spiegato il presidente della X Municipalità, Diego Civitillo, con questi lavori potrà essere completamente restituita al quartiere e non solo per ripristinare il mercato dopo lo stop di due anni fa. Potrà infatti essere utilizzata, spiega Civitillo, "anche per iniziative pomeridiane, in accordo con diverse realtà del territorio, tra cui l'associazione antiracket".