Una bomba risalente alla Seconda Guerra Mondiale è stata ritrovata in un terreno di Battipaglia, nel Salernitano. L'ordigno, dal peso di circa 115 chili, è di fabbricazione inglese, ed è affiorato durante gli scavi di alcuni agricoltori in un terreno di Spineta, dove stavano per essere piantati semi di ortaggi e frutta. Accortisi che stava riaffiorando l'ordigno, sono stati loro stessi a fermarsi immediatamente e chiamare le forze dell'ordine, che sono arrivati sul posto transennando ed evacuando la zona a ridosso dell'ordigno stesso, in modo che nessuno potesse avvicinarsi. La bomba, infatti, vista la dimensione, potrebbe causare non pochi danni in caso di esplosione.

L'ordigno non è ancora stato fatto brillare: si sta valutando infatti come evacuare circa un migliaio di persone che ricadono nel raggio della bomba, pari ad un chilometro e mezzo circa. Saranno sicuramente chiuse tutte le strade nello stesso perimetro, fino all'ospedale Santa Maria della Speranza. Toccherà poi agli artificieri farla brillare probabilmente sul posto, una volta messa in sicurezza la zona e fatte evacuare tutte le persone. Non è escluso che questo possa accadere solo tra qualche giorno, e magari di domenica quando l'operazione di evacuazione delle persone sarà più semplice: queste ultime saranno accolte in centri appositi visto che dovranno abbandonare per tutta la durata delle operazioni le proprie abitazioni.