Chiamata al telefono da Gianni Simioli e con Francesco Emilio Borrelli nel corso del programma radiofonico La Radiazza, è intervenuta la stessa Belen Rodriguez, sulle critiche mosse all'imponente totem pubblicitario con la sua immagine che esclude allo sguardo di turisti e Napoletani la vista del Golfo. Il manifesto pubblicitario di una nota marca d'abbigliamento e intimi avvolge Monumento ai Caduti del mare, noto come la "Colonna spezzata", il cui restauro, previsto nell'ambito del progetto Monumentando è stato affidato a sponsor privati che finanziano l'intervento in cambio dello spazio pubblicitario, occupato in questo caso dalla foto della showgirl Argentina.

In diretta la modella argentina si è difesa così: "Accetto tutte le critiche perché sono una persona nota e quindi è giusto che ci sia chi la pensa in modo diverso. Però io non mi sento in competizione con la bellezza del lungomare di Napoli e del Castel dell'Ovo che sono eterni. Inoltre questa volta la mia immagine è usata a fin di bene. Infatti il restauro della Colonna Spezzata a Piazza Vittoria è totalmente a carico dei privati proprio grazie alla pubblicità"."E' chiaro che le iniziative di recupero dei monumenti ad opera dei privati sono utilissime – commentano i conduttori Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli – ma i mega tabelloni attorno alla Colonna Spezzata di Piazza Vittoria rovinano uno dei panorami più belli del mondo e quindi questi interventi anche se meritori vanno fatti in tempi molto rapidi".