Fucili, pistole, coltelli da caccia e razzi da segnalazione. Un uomo di 57 anni di Moiano (in provincia di Benevento), di professione bracciante agricolo, nascondeva nella sua abitazione un arsenale. A scoprirlo sono stati i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Montesarchio. Una perquisizione effettuata dai militari dell'Arma nell'ambito dei controlli in materia di armi ha consentito questa mattina ai carabinieri di scovare, nascoste nell'abitazione del 57enne e nella stalla dove allevava bestiame, un lungo elenco di armi: due fucili calibro 22, uno dei quali con un mirino di precisione montato, tre pistole di cui una a salve priva di tappo rosso e un'altra con il caricatore pieno e un colpo già in canna, quattro coltelli da caccia e uno da sub, tutti con lunghe lame. I carabinieri hanno inoltre trovato oltre novecento cartucce, una ventina di razzi da segnalazione e un contenitore con della polvere da sparo all'interno.

L'agricoltore è agli arresti domiciliari: in corso le analisi sulle armi trovate

Tutte le armi e le munizioni sono state sequestrate dai carabinieri. Sono adesso in corso gli accertamenti per capire se siano state utilizzate per episodi criminosi, o comunque a cosa potessero servire all'agricoltore che le custodiva in casa. Il 57enne è stato arrestato con le accuse di detenzione abusiva di armi clandestine e munizioni e ricettazione. Su disposizione del magistrato di turno l'uomo è stato posto agli arresti domiciliari: resterà a disposizione dell'autorità giudiziaria in attesa degli sviluppi delle indagini.