immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Un uomo di 44 anni, sordomuto, è stato arrestato dalla polizia con l'accusa di avere ferito la donna disabile che ieri è stata accoltellata alla pancia a Benevento. L'aggressione, hanno ricostruito gli agenti della Squadra Mobile di Benevento, sarebbe avvenuta al culmine di un litigio. I due, che avrebbero entrambi problemi psichici, si trovavano in piazza San Modesto, nel popolare Rione Libertà, poco distante dall'abitazione della vittima, quando l'uomo avrebbe tirato fuori il coltello e avrebbe sferrato il fendente all'addome della 50enne.

All'aggressione, nel pomeriggio di ieri, 9 gennaio, hanno assistito alcune persone, che hanno subito soccorso la vittima. La donna è stata accompagnata dai testimoni nell'ospedale Rummo di Benevento, dove è arrivata in gravissime condizioni e in codice rosso; è stata sottoposta nella notte scorsa a un delicato intervento chirurgico; si trova tuttora ricoverata, la prognosi è riservata in attesa di valutare l'evoluzione delle sue condizioni di salute ma non sarebbe in pericolo di vita. I medici hanno allertato le forze dell'ordine, che hanno avviato le indagini per ricostruire i contorni del ferimento.

Dopo un primo intervento dell'Ufficio Prevenzione Generale, le indagini sono passate alla Squadra Mobile della Questura di Benevento, diretta dal commissario capo Ugo Armano. Il 44enne è stato fermato poche ore dopo l'aggressione. Sui motivi della lite sono ancora in corso accertamenti. L'uomo verrà ascoltato nelle prossime ore dal gip del Tribunale di Benevento, durante l'interrogatorio per la convalida del fermo; al momento si trova nel carcere di Benevento.