Una ottima notizia per tutti gli amanti della bici in città: Bike Sharing Napoli, il servizio gratuito di condivisione pubblica di biciclette nel centro storico di Napoli è stato prorogato fino al 30 settembre 2015. Il progetto Bike Sharing Napoli è gestito dall'associazione CleaNap, vincitrice del bando “Smart Cities and Communities and Social Innovation” del MIUR – PON Ricerca e Competitività 2007-2013, cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale per le Regioni Convergenza. Il funzionamento è noto: occorre scaricare un'app per smarphone o ottenere una tessera magnetica per poter prelevare da una serie di stalli (10) presenti in città, una bici da utilizzare per un massimo di mezz'ora per andare da un capo all'altro del centro. Il noleggio finora è stato gratuito e finora sperimentale è stato il progetto che sarebbe dovuto scadere a fine maggio per poi diventare, questo l'auspicio, definitivo.

Bike Sharing Napoli sarà gestita dal Comune?

L'iniziativa ha avuto molto successo, con migliaia di viaggi registati su applicazioni online e card magnetiche. La questione su cui interrogarsi è ovviamente il futuro. Una volta conclusa la sperimentazione del Ministero dell'Università e della Ricerca, cosa accadrà? L'ipotesi più probabile è che per un periodo di transizione Bike Sharing Napoli passi nelle mani del Comune di Napoli ovvero dell'Anm, l'Azienda mobilità cittadina che gestisce già bus, funicolari e linea 1 della metro. Ma al momento sulla questione poco o nulla è chiaro. E Palazzo San Giacomo non ha ancora idee chiare, di certo c'è che il patrimonio di professionalità e di hardware e software (dagli stalli alle bici fino ai software, alle app e al sito web) rappresentano un valore aggiunto: la giunta di Luigi de Magistris pare intenzionata a non fermare quest'esperienza di mobilità sostenibile.