Un ragazzo di vent'anni si è costituito quest'oggi, presentandosi al comando dei carabinieri di Caivano, nel Napoletano, spiegando di essere il responsabile dell'incidente in cui ha perso la vita un uomo, un quarantottenne originario del Sudan, che a bordo del proprio ciclomotore era stato investito qualche ora prima da un'automobile che era poi scappata senza prestare i soccorsi.

La vettura sequestrata dai carabinieri al ventenne costituitosi in caserma.
in foto: La vettura sequestrata dai carabinieri al ventenne costituitosi in caserma.

La vicenda è accaduta lungo la stradale provinciale 498, nei pressi di una curva: l'automobile ha investito l'uomo che procedeva nella direzione opposta a bordo del proprio ciclomotore, per poi dileguarsi. Un passante ha subito chiamato il 118, i cui sanitari sono corsi sul luogo dell'incidente ma inutilmente: non hanno infatti potuto far altro che constatare la morte dell'uomo ed avvisare così il 112. I carabinieri di Caivano, giunti così sul posto, hanno avviato le indagini ed effettuato i primi rilievi per fare chiarezza sulla vicenda. Ma poche ore dopo, al comando locale si è presentato un ventenne del posto, che si è assunto la responsabilità della vicenda: i carabinieri lo hanno così denunciato per omicidio stradale ed omissione di soccorso, sequestrando così la vettura del ragazzo.