immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Non ci saranno più orari di chiusura imposti per pub, ristoranti, pizzerie e altre attività di ristorazione come gelaterie e nemmeno l'obbligo di somministrazione al banco o ai tavoli, e sarà possibile riprendere a giocare a calcetto e a basket. Le novità sono contenute nell'ordinanza per la gestione e la prevenzione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 della Regione Campania, firmata dal presidente Vincenzo De Luca, che sarà pubblicata nella serata di oggi, 1 luglio. Nel dettaglio, le discoteche potranno riaprire a partire da questo sabato, 4 luglio, mentre per gli sport da contatto si dovrà aspettare il prossimo lunedì, 6 luglio; per entrambe le attività ci si dovrà ovviamente attenere ai relativi protocolli di sicurezza.

Tra i punti della nuova ordinanza:

  • resta il divieto di vendita con asporto di alcolici dopo le 22;
  • resta il divieto di consumo di bevande alcoliche nelle aree pubbliche e aperte al pubblico dopo le ore 22,00;
  • non vengono confermati gli orari di chiusura per le attività di ristorazione (bar, ristoranti, gelaterie, pub e affini) e viene eliminato l'obbligo di somministrazione al banco o ai tavoli;
  • approvato il protocollo di sicurezza per le attività di ballo in discoteche e locali simili, tali attività sono autorizzate da sabato 4 luglio
  • approvato il protocollo  di sicurezza per gli sport di contatto (calcetto, basket) e si autorizzano queste attività a partire da lunedì 6 luglio;
  • si autorizzano eventi e performance di bande musicali con il rispetto di protocollo di sicurezza, da subito;
  • si autorizzano sagre, nel rispetto di protocolli di sicurezza, a partire dal 10 luglio;
  • si rimuovono i limiti di presenza sulle imbarcazioni da diporto (sino ad oggi limitata del 25 per cento della capienza omologata), purché nel rispetto della capienza omologata;
  • si da’ mandato all’Unità di Crisi per l’istruttoria volta alla modifica  degli attuali limiti di presenza sui mezzi di trasporto regionali, anche marittimi, in ogni caso nel rispetto delle esigenze di sicurezza dell’utenza.