“Con uno striscione posizionato davanti al teatro Trianon a pochi metri di distanza da dove trovò, due anni or sono, una morte tanto violenta quanto improvvisa, amici e familiari hanno voluto ricordare Maikol Giuseppe Russo, vittima innocente della follia di sei assassini che in sella agli scooter sparavano all’impazzata per festeggiare il Capodanno nel cuore di Forcella. Un gesto bello e importante per non dimenticare cosa vuol dire la presenza della camorra nei quartieri di Napoli che negli ultimi anni ha continuato a uccidere persone innocenti la cui unica colpa è stata trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli.

“Spero che il 2019 sia l’anno della controffensiva nei confronti di questi assassini – ha proseguito Borrelli – spesso minorenni che in sella agli scooter portano la morte nelle nostre strade. Contro di loro chiedo tolleranza zero a forze dell’ordine e magistratura nel ricordo di Maikol, Genny Cesarano, Gelsomina Verde, Luigi Sequino e Paolo Castaldi, Silvia Ruotolo e tanti altri”.