Dramma nell'isola di Capri, dove un turista di origini brasiliane, attualmente ricoverato in gravi condizioni all'ospedale "Cardarelli", ha dovuto attendere 6 ore a causa dell'assenza di un'ambulanza e del mancato arrivo dell'elicottero, fermo per motivi tecnici.  La denuncia arriva dal consigliere delegato alla sanità di Capri Bruno d'Orazi. Questo il suo racconto:  "L'assenza dell'ambulanza per i soccorsi secondari dell'ospedale Capilupi – afferma – ha determinato la sosta prolungata di un paziente infortunato grave ed intubato, in attesa di essere trasferito a Napoli, mentre l'ambulanza del 118 stava prestando soccorso ad un codice rosso in altra sede".

L'uomo era rimasto vittima di un incidente ieri sera alle ore 21 ed ha raggiunto l'ospedale partenopeo soltanto alle ore 3 della scorsa notte e ha dovuto attendere suo ritorno dell'elicottero,  fermo per motivi tecnici a Napoli". Il brasiliano è così rimasto in attesa per circa un'ora e, quando si è saputo dell'indisponibilità dell'elicottero, è stato stabilizzato e poi trasferito a Napoli dall'idroambulanza della Capitaneria di Porto.

L'Asl:  3 ambulanze per Capri contro emergenza estate

L'isola di Capri (Napoli) avrà 3 ambulanze in servizio presso l'ospedale Capilupi per ovviare alla mancanza di mezzi dedicati al trasporto nelle ore notturne e più precisamente dalle 20 alle 8 del mattino. L'Asl Napoli 1 Centro ha fatto sapere alle due amministrazioni comunali isolane che da lunedi' 12 agosto e sino a tutto il 30 settembre che il direttore generale Ciro Verdoliva ha «disposto la presenza di tre ambulanze e quindi di una ulteriore Servizio 118 con autista e infermiere dedicato h 24, anche di notte, sette giorni su sette, attrezzata per trasporto di pazienti critici».