Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Sono rimasti fermi per circa due ore i treni della linea Napoli-Roma: il motivo è stato un incendio vicino ai binari, tra Sessa Aurunca e Cancello Arnone, in provincia di Caserta. Le fiamme si sono originate nel primo pomeriggio di oggi, 25 maggio, ai un lato del tratto ferroviario e si sono estese fino ad arrivare alla linea, bruciando dei cumuli di sterpaglie che si trovavano a ridosso dei binari; il fumo che si è sprigionato ha saturato l'aria e ha reso impossibile per i convogli proseguire. La situazione è tornata alla normalità un paio d'ore dopo, quando le fiamme sono state domate e i controlli hanno appurato che non c'erano stati danni.

Nel tratto dove si è sprigionato l'incendio, sulla Napoli-Formia, è presente una folta vegetazione, circostanza che ha reso più lente le operazioni di spegnimento. Il blocco sui binari ha reso necessario lo stop per i treni in arrivo e, di conseguenza, ha causato un ritardo anche sulle partenze successive. Lo stallo è durato circa due ore, fino a quando i Vigili del Fuoco, intervenuti sul posto, non hanno spento le fiamme e controllato che non ci fossero danni ai binari. Dopo l'ok dei pompieri è stato possibile riprendere la linea, ma i treni hanno subìto dei ritardi fino a tre ore.

L'incendio non ha provocato danni alle strutture e non ci sono feriti né intossicati tra i viaggiatori, visto che i convogli, non appena visto il fumo che aveva invaso il tratto ferroviario, si sono fermati a distanza di sicurezza. Indagini sono in corso per stabilire le cause del rogo, che sarebbe doloso. Già in passato c'erano stati episodi simili, anche lungo la stessa tratta, sempre riconducibili a incendi di cumuli di sterpaglie che si trovano nei pressi dei binari.