C'era perfino un mago il cui compito ad hoc era quello di leggere le carte ai corrieri di eroina che operavano tra l'Italia e l'Africa. Un'intera banda sgominata a Castel Volturno, nel Casertano, specializzata nel traffico di droga, formata in massima parte da cittadini nigeriani ma anche da tanzaniani, ghanesi e ruandesi, oltre a cittadini italiani. Sono stati catturati dai carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, dopo quattro anni di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Sedici le persone finite in manette questa mattina: 13 di loro sono stati raggiunti da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, mentre altri tre sono stati assegnati al regime dei domiciliari.

Una banda che faceva dell'occulto una propria peculiarità: oltre ad essere chiamato a "scegliere" di fatto i corrieri di droga leggendo loro preventivamente le carte, il santone si occupava anche di "pregare" affinché tutto il carico ed il corriere prescelto arrivasse a destinazione senza problemi, e così via. Una vera e propria banda dell'occulto, che ricorda anche casi di cronaca precedenti, alcuni dei quali proprio nel Casertano, con dei sedicenti stregoni vudu che costringevano alcune ragazze a prostituirsi proprio minacciandole di anatemi, sortilegi, ed altro ancora. Un modo di sfruttare, insomma, le credenze religiose e popolari a loro vantaggio, facendo sì che chi ci credesse si piegasse al loro volere. Anche dalle intercettazioni degli inquirenti, è emerso che i nigeriani fossero molto presi da questa scelta di utilizzare l'occulto per i propri traffici illegali che, dopo aver attraversato tutto il continente, portavano la droga (soprattutto) in Italia, dove veniva poi smerciata in tutto il centro-sud.