Giorgio Galiero
in foto: Giorgio Galiero

Un uomo di 34 anni, Giorgio Galiero, è stato investito e ucciso da un'auto pirata di grossa cilindrata in località Pinetamare a Castel Volturno, nel Casertano. Secondo la prima ricostruzione, l'uomo passeggiava sul ciglio della strada in via delle Acacie quando una Bmw X6 con targa polacca lo ha travolto. L'auto avrebbe sbandato per l'alta velocità. I soccorsi sono stati immediati, ma per l'uomo non c'è stato niente da fare.

La persona al volante dell'auto pirata, che non si è fermata a prestare soccorso, è stata rintracciata e fermata dai carabinieri con l'accusa di omicidio stradale aggravato da omissione di soccorso. Si tratta di un  uomo nato in Ucraina, risultato ai test con un tasso alcolemico superiore a quello consentito. Grazie ai fotogrammi delle telecamere di sorveglianza dei negozi  in zona e alcune testimonianze  i carabinieri sono riusciti a risalire all'uomo. L'automobilista risiede a Licola ma è fidanzato  con una ragazza di Castel Volturno. A conferma di ciò, la macchina con targhe straniere  è stata trovata sotto l'abitazione della giovane.  Interrogato dai carabinieri l'uomo ha ammesso di aver provocato l'incidente mortale. È dunque stato arrestato e portato nel carcere di Santa Maria Capua Vetere: è ritenuto responsabile di omicidio stradale ed omissione di soccorso

Dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza analizzate dai carabinieri che hanno effettuato le indagini ricostruendo il fatto, emerge che la vittima camminava da sola in via delle Acacie a  Pinetamare e non con il figlio di 6 anni, come era stato ipotizzato all'inizio, vista anche la presenza di bambini sul luogo dell'investimento. Il minore – rilevano i carabinieri – era a casa con la madre. Sembra che il 34enne stesse andando in un vicino pub per acquistare panini per il figlio e la famiglia.