Sorpreso a rubare le offerte dei fedeli in chiesa: un uomo di 46 anni, P.J. le sue iniziali, già noto alle forze, è stato arrestato dagli agenti del locale commissariato della Polizia di Stato a Cava de' Tirreni, nella provincia di Salerno. I poliziotti sono intervenuti nel Convento di San Francesco dopo la segnalazione di un prelato giunta al Centro Operativo del commissariato: all'interno della chiesa, gli agenti hanno rintracciato il 46enne mentre cercava una via di fuga. Dopo averlo perquisito, gli agenti lo hanno trovato in possesso della cassetta contenente le offerte dei fedeli, che il 46enne aveva sradicato dal muro. Portato in commissariato, i poliziotti hanno scoperto che sull'uomo gravava un provvedimento di obbligo di dimora nel Comune di Salerno che il 46enne, evidentemente, aveva violato: sono così scattate le manette, oltre che per il furto, anche per la violazione del provvedimento.

Un furto analogo, nel giugno del 2019, si era verificato all'interno del Duomo di Napoli, dove un uomo di 38 anni, originario dello Sri Lanka, è stato arrestato dalla Polizia di Stato. L'uomo era entrato in chiesa e, con atteggiamento sospetto, si aggirava tra i banchi. Il parroco ha subito capito che qualcosa non andava e ha cominciato ad osservare i movimenti dell'uomo dalle telecamere di sorveglianza presenti in chiesa: il 38enne, improvvisamente, ha scavalcato la balaustra dove sono esposte le reliquie di San Gennaro, patrono di Napoli, per rubare le offerte lasciate dai fedeli. Il sacerdote ha così allertato le forze dell'ordine: i poliziotti sono giunti tempestivamente nel Duomo riuscendo a bloccare il 38enne prima che potesse darsi alla fuga.