Escrementi di topo ovunque: nei lettini, nei cassetti, sui giocattoli. Perché la struttura, rimasta chiusa per quasi un anno per inagibilità, è stata riaperta pochi giorni fa ma, evidentemente, senza i dovuti interventi di sanificazione e pulizia. Circostanza particolarmente grave, visto che si tratta di locali che, per destinazione d'uso, sono frequentati da bambini molto piccoli. Succede a Cavalleggeri, periferia ovest di Napoli a due passi da Fuorigrotta, e la struttura è l'asilo nido Marco Polo, riaperto ieri, 20 maggio. Ad accorgersi del problema sono stati i genitori dei bambini che ieri avevano accompagnato i piccoli all'asilo e hanno notato gli escrementi accanto ai mobili, nei locali dove i bambini giocavano, dormivano e mangiavano; hanno cominciato a frugare tra le suppellettili e hanno così scoperto che ce n'erano tantissimi, anche nei lettini, sotto i materassi, e nei cassetti.

Topi nella scuola di Cavalleggeri Aosta

I piccoli avevano passato l'ultimo anno in una sede alternativa, la scuola ‘Cappuccetto Rosso', anche questa nella Municipalità X, ed erano tornati alla Marco Polo quando era stato assicurato che fossero stati svolti i lavori di pulizia e risolte le problematiche relative all'inagibilità della struttura. Dopo la scoperta le mamme lo hanno comunicato al personale didattico e sono state chiamate le forze dell'ordine; al nido è intervenuta la Polizia, i genitori hanno portato all'esterno della struttura tutto il materiale, tra lettini, fasciatoi e giocattoli, e hanno deciso di ritirare i figli in attesa di ulteriori accertamenti. Nelle prossime ore si attendono i sopralluoghi dell'Asl per la predisposizione degli interventi di sanificazione della struttura; previsti anche controlli sulla documentazione che ha portato alla riapertura dell'asilo. La scuola è stata chiusa almeno una settimana per permettere la disinfestazione.