[Foto di repertorio]
in foto: [Foto di repertorio]

Una donna di 35 anni è stata ferita dal compagno durante un violento litigio in casa, lui ha afferrato un paio di forbici e gliele ha tirate contro, colpendola alla gamba. È successo nella serata di ieri, 15 gennaio, in un appartamento della zona di Chiaia, nel centro di Napoli. Accompagnata in ospedale, la donna è stata dimessa poco dopo con prognosi di 20 giorni; per fortuna la lama non ha causato danni gravi e le sue condizioni di salute non sono preoccupanti.

Nell'ospedale San Paolo di Fuorigrotta, su segnalazione dei medici, intorno alle 20 è arrivata una pattuglia della Polizia di Stato; gli agenti hanno ascoltato il racconto della vittima e hanno avviato le indagini per ricostruire la dinamica del ferimento e rintracciare il responsabile.

Secondo la versione raccontata dalla 35enne, l'aggressione è avvenuta durante una discussione ben presto degenerata. Il compagno era tornato nella casa dove abitano entrambi e, per motivi non del tutto chiari, i due avevano cominciato a litigare; erano partite le offese, gli insulti, poi l'uomo aveva afferrato il paio di forbici e glielo aveva lanciato contro, colpendola a una gamba. La donna è stata accompagnata al Pronto Soccorso da alcuni familiari, è stata medicata per una ferita lacero contusa alla gamba sinistra giudicata guaribile nel giro di venti giorni. Il 36enne è stato rintracciato successivamente dagli agenti, la compagna ha formalizzato denuncia nei suoi confronti.

È il secondo caso avvenuto in città in poche ore. Il giorno precedente, il 14 gennaio, infatti, un ragazzo di 26 anni era stato arrestato a Fuorigrotta per tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali: aveva aggredito la compagna in un negozio di via Leopardi dopo che lei si era rifiutata di dargli del denaro.