144 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Napoli, chiusa la Linea 1 della metro causa sciopero

Napoli, Linea 1 della metro chiusa per sciopero. Tutte le stazioni sono off-limits. Chiuse anche funicolare centrale e Chiaia. Ciò, nonostante sia bassa l’adesione all’astensione dal lavoro proclamata per oggi dal sindacato. Ci saremmo aspettati una maggior adesione ad uno sciopero che nasce proprio per chiedere maggiori garanzie a tutela della salute dei dipendenti ed imparzialità nella gestione del personale –  afferma Marco Sansone del Coordinamento Regionale USB -. Non siamo riusciti a sensibilizzare fino in fondo i lavoratori sul tema della sicurezza in Anm.
A cura di Redazione Napoli
144 CONDIVISIONI
Immagine

Linea 1 della metro di Napoli chiusa per adesione allo sciopero totalmente. In questo momento tutte le stazioni sono off-limits. Chiuse anche Funicolare centrale e Chiaia. "Il servizio riprende a copertura della fascia pomeridiana di garanzia con la prima corsa da Colli Aminei allle ore 17.16 e da Garibaldi alle ore 17.50 e ultima partenza da Colli Aminei alle ore 19.46 e da Garibaldi alle ore 19.50" spiega una nota dell'azienda napoletana mobilità. Già da settimane, dopo l'incidente nella zona Nord la metro 1 è a scartamento ridotto e termina le corse non a Piscinola ma ai Colli Aminei.

Oggi la chiamata allo sciopero proclamato da Usb era stata accolta dal 22 per cento circa dei dipendenti che operano sulle linee di superficie Anm. A darne notizia, la stessa azienda napoletana per la mobilità. Attualmente, quindi, sono in servizio più dei tre quarti dei bus e dei tram a disposizione dell'Anm e fino a stamane erano regolari la linea 1 della metro e le funicolari. Nel pomeriggio qualcosa è evidentemente cambiato.

"Ci saremmo aspettati una maggior adesione ad uno sciopero che nasce proprio per chiedere maggiori garanzie a tutela della salute dei dipendenti ed imparzialità nella gestione del personale –  affermava in mattinata Marco Sansone del Coordinamento Regionale USB -. Non siamo riusciti a sensibilizzare fino in fondo i lavoratori sul tema della sicurezza in Anm. La cosa che mi colpisce di più – continua Sansone – è la bassa adesione tra i conducenti di autobus, il settore più sofferente sia in termini di qualità del lavoro che in termini di impegno psicofisico. A questo punto le nostre richieste tese a determinare miglioramenti economici per i lavoratori della gomma, da equiparare a quelli di altri settori, in particolare nei fine settimana, rischiano di perdere appiglio".

144 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views