Uno dei fantocci ritrovati questa mattina a Quarto (Napoli)
in foto: Uno dei fantocci ritrovati questa mattina a Quarto (Napoli)

Brutto episodio quello avvenuto questa mattina a Quarto, città dei Campi Flegrei nella provincia di Napoli. In piena campagna elettorale – tra un mese si sceglierà il nuovo sindaco del comune flegreo – sono stati ritrovati due fantocci appesi a testa in giù, vestiti con magliette che richiamano i colori della Lega, la scritta "Noi con Salvini" e delle svastiche disegnate sopra. "Un gesto vile e stupido, che non solo ferisce la memoria dei nostri Caduti, ma che conferma quanto la nostra coalizione sia politicamente temuta da chi non ha altri mezzi a disposizione se non l'intimidazione. Non saranno queste stupide dimostrazioni di ignoranza e povertà d'animo a fermarci: andremo avanti certi della validità del nostro progetto" ha commentato Massimo Carandente Giarrusso, il candidato sindaco del partito di Matteo Salvini.

Dura anche la condanna di Castrese Cerlino, coordinatore locale della Lega: "Un vile gesto intimidatorio, contro la libertà d’espressione e la rappresentanza politica. Coloro che hanno messo in scena questa vigliaccata, hanno dimostrato tutto il loro sciocco e violento infantilismo. Non ci lasciamo intimidire da tali situazione, abbiamo il grande obiettivo riportare il buonsenso a Quarto e per questo andiamo avanti sempre più convinti di aver scelto la strada giusta. Siamo sicuri che le autorità facciano piena luce su un gesto grave".