"I napoletani hanno una marcia in più rispetto a noi romani". Parola di Christian De Sica, romano doc ma figlio di Vittorio De Sica che è stato un indimenticato attore napoletano. Lo ha detto durante Domenica In, parlando del suo ultimo film, "Sono solo fantasmi", girato proprio nel capoluogo partenoepeo e che vede, tra gli altri, la partecipazione di Carlo Buccirosso, altro attore napoletano "purosangue". E proprio parlando del film in prossima uscita, Christian De Sica ha voluto fare un apprezzamento al modus vivendi napoletano, spiegando che a suo avviso sono proprio i partenopei ad avere una marcia in più rispetto ai romani come lui.

"Non c'è niente da fare", ha spiegato Christian De Sica ospite di Mara Venier a Domenica In, "i napoletani hanno una marcia in più rispetto a noi romani". E poi, parlando della città di Napoli dove il film è stato quasi interamente girato, ha spiegato di aver voluto "raccontare la parte bella della città, la Napoli di mio padre. Non come spesso accade di recente, in altri film o altre serie, che parlano solo di Gomorra, camorra e criminalità". Un discorso simile, del resto, lo aveva già fatto tempo fa, quando disse di voler andare a vivere "a Castellammare di Stabia, Roma è diventata troppo caotica". Un'uscita di Christian De Sica che arrivò anche in quel caso a ridosso dell'uscita di un altro film, e che suscitò non poche polemiche. Ma precedente, anche il cantante bolognese Lucio Dalla, aveva rivelato di apprezzare particolarmente la cittadina stabiese, dove teneva ormeggiata la sua bara e dove saltuariamente organizzava anche cene con gli amici.