Ospite nella redazione di Fanpage.it, Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 Stelle al Consiglio regionale della Campania, fa un bilancio sul governo del presidente Vincenzo De Luca, che ha tra l'altro recentemente insultato la consigliera mostrandole il dito medio. Con Ciarambino abbiamo anche parlato di Sanità, Universiadi, vitalizi e sprechi dell'amministrazione targata Partito Democratico.

I vitalizi? Ciarambino spiega che la Regione Campania ha operato "Tagli di pochi spiccioli" e che si sia quindi trattato di uno "spot elettorale". "Non attuando la proposta di legge del M55 abbiamo buttato all'aria 5 milioni di euro". "La situazione Sanità è peggiorata" continua Ciarambino "Siamo ultimi per i livelli di assistenza. L'ospedale del Mare è poco più di un poliambulatorio".

Le Universiadi? "Siamo ancora all'anno zero, l'evento è a rischio e abbiamo speso soldi per un'agenzia regionale e per pagare dirigenti e consulenti. È un flop annunciato". "Per il governatore le istituzioni sono come il salotto di casa di cui spartire le poltrone e chiaramente i primi a meritarsele sono i suoi figli" dichiara Ciarambino "Uno è assessore al bilancio a Salerno l'altro è in lizza per un posto alle Politiche, o ha i figli migliori del mondo o dietro c'è un padre che spinge per piazzare i suoi rampolli". Infine, sugli insulti ricevuti dal presidente della Regione Campania, la consigliera commenta: "Vincenzo De Luca come può da un pulpito mediatico parlare di lotta al bullismo o di lotta alla violenza di genere? Queste reazioni spropositate De Luca le ha ogni volta che è messo in difficoltà".