[Immagine di repertorio]
in foto: [Immagine di repertorio]

Una lite al bar rischia di sfociare in tragedia a Cicciano, nel Nolano. Un uomo di 48 anni è stato infatti arrestato dai carabinieri dopo che, al termine di una comune lite da bar, ha esploso un colpo di fucile contro il suo "rivale" ferendolo assieme ad una terza persona, del tutto estranea alla vicenda. L'assurda vicenda è accaduta all'interno di un bar di piazza Mazzini, nel cuore della cittadina nolana di Cicciano. Ad essere arrestato un 48enne già noto alle forze dell'ordine, P.M., che durante la lite (nata per futili motivi) ha imbracciato il fucile e aperto il fuoco contro un 33enne del posto. I pallini del fucile, di rimbalzo, hanno colpito anche un 30enne che si trovava in quel momento all'interno del bar e che era completamente estranea alla vicenda.

I carabinieri della stazione di Cicciano sono intervenuti subito sul posto assieme ai colleghi di Nola, mentre i due feriti sono stati portati in ospedale, dove ne avranno per circa dieci giorni: il 33enne è stato ferito alle gambe, così come l'altro uomo, di trent'anni. I militari dell'arma hanno raccolto anche le testimonianze dei presenti, che hanno permesso di risalire in breve tempo all'autore del gesto, che aveva subito provato a rendersi irreperibile. Dopo ore di ricerche, la scorsa notte i carabinieri lo hanno rintracciato e arrestato, come da ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Nola. L'uomo, portato così nel carcere di Poggioreale, deve ora rispondere di lesioni personali e porto abusivo di arma da fuoco.