Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Grave incidente sul lavoro, quest'oggi, a Vatolla, frazione del piccolo Comune di Perdifumo, in Cilento, nella provincia di Salerno. L'incidente si è verificato in una fabbrica di fuochi d'artificio del posto: il titolare dell'attività, un uomo di 56 anni, è rimasto gravemente ferito. Non è ancora chiaro cosa abbia provocato l'incidente: da una prima ricostruzione, il 56enne stava maneggiando del materiale infiammabile quando si è improvvisamente propagato un incendio. Sul posto sono giunti immediatamente i vigili del fuoco e i sanitari del 118, che hanno trasportato l'uomo al più vicino ospedale: ha riportato ustioni sul 20 percento del corpo, per questo si è deciso di trasferirlo al Centro Grandi Ustionati dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Sul luogo dell'incidente sono arrivati anche i carabinieri della compagnia di Agropoli, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso per determinare l'esatta dinamica di quanto accaduto, che come detto risulta ancora poco chiara.

L'episodio di quest'oggi in Cilento non può non richiamare alla mente il tragico incidente occorso lo scorso 5 maggio nella fabbrica Adler di Pomigliano d'Arco, nella provincia di Napoli. Nella fabbrica, che tratta plastica, si è verificata improvvisamente una esplosione con conseguente incendio, nel quale ha purtroppo perso la vita uno degli operai, Vincenzo Lanza, 55 anni, mentre altri due operai sono rimasti feriti. La deflagrazione è stata talmente forte, così come il conseguente spostamento d'aria, che i vetri di molte abitazioni vicine alla fabbrica sono andati in frantumi. La Procura della Repubblica di Nola ha aperto una inchiesta per identificare le cause dell'incidente.