Tombe scoperchiate, loculi divelti e resti dei defunti esposti alla vista e alle intemperie. Questo è il panorama all'interno del cimitero di Poggioreale a Napoli, dopo la violenta ondata di maltempo degli scorsi giorni che non ha risparmiato neanche stele e loculi. Le foto e i video che da sabato stanno circolando sui social network si riferiscono in particolare all'area del fondo Morra del cimitero monumentale di Napoli. La denuncia è stata rilanciata dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, che descrive la difficoltà che si vive all'interno la struttura: "Diversi alberi caduti a terra e non rimossi che obbligano le persone a fare vere e proprie gimkane. Alberi pericolanti appoggiati in modo precario sui tetti delle cappelle funerarie, che costituiscono serio pericolo per l’incolumità dei passanti. Alcune di queste cappelle, danneggiate dal maltempo, sono rimaste aperte, alla mercé di chiunque passi".

"Riteniamo grave che questo luogo di culto versi ancora nel più totale stato di degrado, senza rispetto per chi viene in questi luoghi a trovare i propri cari. Chiederemo al Comune e Napoli Servizi come sia possibile raggiungere un livello tale di degrado che non è assolutamente giustificabile”, conclude Borrelli.