Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Una cinquantina di chili di pane ed altri prodotti da forno sono stati sequestrati dai carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità all'interno dell'area del mercato di Portici, comune del Napoletano alle pendici del Vesuvio. I militari dell'arma hanno eseguito una serie di controlli mirati alla sicurezza alimentare e per la tutela dei consumatori nell'area mercatale porticese ed in particolare hanno sanzionato con una multa da mille e cinquecento euro il titolare di una panetteria in zona, il quale non rispettiva gli obblighi normativi connessi alla tracciabilità alimentare. Contestualmente hanno sequestrato anche i circa cinquanta chili di prodotti da forno, che saranno dunque distrutti.

Nel corso dei medesimi controlli, è stata sanzionata anche una macelleria per violazione di alcune norme igienico-sanitarie. Anche in questo caso il titolare è stato multato con una sanzione da 1.500 euro. Sempre durante i medesimi controlli, i carabinieri hanno anche scoperto che un 54enne del posto deteneva diversi pacchetti di sigarette di contrabbando, pari a circa trecento grammi, e per questo è stato denunciato in stato di libertà dai medesimi carabinieri di Portici. Poche ore prima, i colleghi di Caserta durante l'ispezione in un caseificio avevano posto sotto sequestro circa una tonnellata e mezzo di mozzarella di bufala, perché era stato confezionata con un lotto di produzione errato, che ha reso necessario anche distruggere i prodotti sequestrati. Senza lotto di produzione corretto, infatti, i prodotti alimentari non possono essere messi in vendita.