Circumvesuviana bloccata un'ora, oggi 2 agosto, per un imprevisto insolito: nel treno un giovane ha cominciato a urlare dicendo di essere il Messia. È stato necessario fermare il convoglio e aspettare che le forze dell'ordine lo portassero via, prima che le corse potessero riprendere normalmente. L'episodio è avvenuto nel primo pomeriggio, come riporta Il Mattino. Il ragazzo, che probabilmente soffre di disturbi psichici o era sotto l'effetto di stupefacenti, si trovava nel treno della Circumvesuviana che da Napoli stava andando verso Sarno. All'altezza di Ottaviano il giovane ha perso le staffe. Ha cominciato a dare in escandescenze, urlando di essere "il figlio di Dio".

Immaginabile la preoccupazione degli altri viaggiatori, che si sono trovati ad assistere a quella scena inusuale e non sapevano se il giovane, visibilmente fuori di sè, si sarebbe limitato a urlare o se sarebbe diventato violento. Il ragazzo si è sfilato la maglietta, rimanendo a torso nudo, e ha cominciato a correre e a urlare tra i viaggiatori, spaventandoli. Sono stati avvisati i dipendenti dell'Eav ed è partita così la chiamata alle forze dell'ordine.

Per consentire i soccorsi il treno è stato fermato nella stazione di Ottaviano, in attesa dell'arrivo dei carabinieri. I militari lo hanno trovato seduto a terra, ancora in stato di agitazione, appoggiato a una parete. Hanno cercato di calmarlo e l'hanno convinto a seguirli. Il ragazzo è stato accompagnato al Pronto Soccorso, dove è stato affidato ai sanitari, che stanno provvedendo alle visite del caso. Il treno è ripartito dopo circa un'ora da quando si era interrotta la circolazione.