3 CONDIVISIONI

Clementino e Rocco Hunt: Napoli conquista le classifiche musicali solo col rap

A un anno dal ritorno della musica napoletana in cima alla classifica grazie a Rocco Hunt, un altro campano si prende la prima posizione. È Clementino che con “Miracolo!” risulta il più venduto della settimana e conferma che la Napoli da classifica è rap.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Francesco Raiola
3 CONDIVISIONI
Immagine

Era il 24 marzo del 2014 quando Rocco Hunt, reduce da una partecipazione vittoriosa al Festival di Sanremo, conquistò la testa della classifica di vendita degli album con "‘A Verità". Non era un vero e proprio evento per quanto riguarda il rap, visto che il 2013 era stato un anno d'oro per il genere, ma fu, senza dubbio, un caso interessante per quello che riguarda la musica a Napoli. Se è vero che la retorica della musica-napoletana-è-la-più-bella-del-mondo ci insegue da tempo (spesso a ragione), è anche vero che la musica napoletana da classifica era ridotta a un paio di nomi, alternando Pino Daniele e Gigi D'Alessio. Ma nessuno di questi due, però, era riuscito a toccare la vetta della classifica negli ultimi anni, sfiorandola più volte, entrando in top 10, ma mai in prima posizione.

"Nu juorno buono" per Rocco Hunt e 99 Posse

Insomma, la musica che nel mondo è riconosciuta alla prima nota e/o al primo verso non riusciva a trovare, da tempo, qualcuno che potesse piacere al grande pubblico più di chiunque altro. E così Rocco Hunt, sfruttando temi sociali, l'esposizione sanremese e la spinta della riscoperta mainstream del genere era riuscito dove mostri sacri come Daniele non erano riusciti. Ma la sorpresa fu doppia: non solo Rocco Hunt mantenne la vetta per due settimane consecutive – evento per nulla scontato se si escludono i soliti grandi, da Vasco a Liga, Jova e Ferro -, ma la seconda settimana fu accompagnato, al secondo posto, dai 99 Posse e la riedizione a vent'anni di distanza da "Curre curre guagliò". Un evento che ci fece parlare di Campania felix musicale.

Clementino fa il "Miracolo!" dopo Rocco Hunt

A poco più di un anno da quell'evento, siamo qua a parlare di un altro campano che è riuscito in quell'impresa. La FIMI, infatti, ha annunciato che questa settimana l'album più venduto del Paese è "Miracolo!", quinto lavoro di Clementino. Ebbene sì, per ritrovare un campano lassù dobbiamo guardare ancora una volta al rap e convincerci sempre più che Pino Daniele aveva ragione: è quello il genere che rappresenta al meglio Napoli oggi. Non è un caso che proprio Pino Daniele, nei suoi ultimi tour, volle proprio Clementino e Rocco Hunt sul palco con lui: "Sono i nuovi poeti urbani. Come me, come il maestro Carosone e come tanti altri, vogliono fare gli americani, ma senza dimenticare di essere partenopei" disse il Nero a metà in un'intervista.

L'omaggio alla scena rap campana

E la scena napoletana è più viva che mai. Lo è da sempre. Solo che adesso riesce anche a superare i confini ed arrivare a tutto il Paese. C'è voluto "Nu juorn buono" per dare il la e oggi Clementino non dimentica le sue origini, portando nella versione deluxe del suo album alcuni tra i migliori nomi del rap della Regione. Se nella versione standard gli omaggi sono per la vecchia scuola del Neapolitan Power, con Pino Daniele, James Senese e l'omaggio a Tony Esposito e la sua "Kalimba de luna", nella versione extended aggiunge nomi come lo stesso Rocco Hunt ("Woodstock"), ma anche l'ex Co' Sang ‘Nto ("Ghiacciai"), Francesco Paura ("Spari di parole"), l'altra metà dei Co' Sang Luchè ("Spiriti e Show"), i Sangue Mostro ("Obbe"), Op’Rot della GanjaFarm ("L’Oro di Napoli"),  Tonico 70, Patto Mc, Morfuco ("Profumo di strada", senza contare artisti come quelli della G.A.S. Family etc. Da oggi, insomma, Clementino potrà bissare quel verso de "Lo strano caso di Iena White" in cui dice:

sei ancora fuori mentre volo i palchi (power move)
ma Disco d’Oro con Mea Culpa (Wonderful)

Da oggi, infatti, i rapper può vantare un piccolo record che visti i precedenti non sarà molto semplice battere. Insomma il rap è vivo e vegeto ed è là che bisogna guardare se vogliamo alzare la testa fino a lassù in cima alle vendite.

3 CONDIVISIONI
Chi è Enzo Chiummariello, manager di Geolier e talent scout dei rapper dell'area Nord di Napoli
Chi è Enzo Chiummariello, manager di Geolier e talent scout dei rapper dell'area Nord di Napoli
Palazzo Sirignano alla Riviera di Chiaia diventa hotel a 5 stelle con spa, piscina e ristoranti
Palazzo Sirignano alla Riviera di Chiaia diventa hotel a 5 stelle con spa, piscina e ristoranti
Geolier e il finale di Sanremo: al rione Gescal tutto pronto per celebrarlo
Geolier e il finale di Sanremo: al rione Gescal tutto pronto per celebrarlo
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views