Davvero inqualificabile quanto avvenuto questa mattina a Frattamaggiore, nella provincia di Napoli: cinque colpi di pistola sono stati esplosi contro l'abitazione di Don Vittorio, parroco della chiesa di Maria Santissima del Carmine. L'episodio di cui è stato vittima è stato raccontato su Facebook proprio dal prete, che ha pubblicato anche le foto dei fori di proiettili. Uno dei colpi è penetrato perfino nello studio del parroco, mentre lui era intento a preparare la messa di questa sera. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso e avviato le indagini.

Un proiettile è entrato nello studio del prete

Cinque colpi di pistola questa mattina alle 11, davanti la facciata del mio appartamento, di cui uno è penetrato nello studio dove preparavo l’adorazione di questa sera, e solo per pura casualità non mi ha colpito. La mia prima domanda è stata perché? All’ispettore di polizia, che mi ha chiesto se avessi dato fastidio a qualcuno, mi è venuto da sorridere: faccio il prete – gli ho risposto- non l’agitatore politico. Ma la domanda vera me la pongo adesso. Ma a quale livello di barbarie ancora bisogna scendere, prima di arrivare alla conclusione che questo nostro territorio, oramai, è qualcosa di più della “terra dei fuochi”; è diventato un girone dell’inferno, al rovescio, in cui sono i giusti che scontano i peccati dei malvagi. Signore, abbi pietà di noi!

La solidarietà dei comitati cittadini

Nei confronti del parroco di Frattamaggiore è arrivata anche la solidarietà dei comitati civici della zona. "Piena solidarietà e vicinanza a Don Vittorio, parroco chiesa di Maria Santissima del Carmine di Frattamaggiore, per il gravissimo episodio subito stamane. Non ci lasceremo intimidire dalla violenza e dalla paura. Via i violenti e i camorristi dalla nostra città" scrive il comitato cittadino ViviAmo la Città.