Vincenzo Salemme al Teatro Diana per la commedia "Con tutto il cuore", che da domani martedì 11 febbraio sarà dunque a Napoli. Dopo i record collezionati a Roma (più di 30mila spettatori in 24 repliche al Sistina), Milano (più di 16mila spettatori in 18 repliche al Manzoni), nonché allo stesso teatro vomerese (circa 40mila spettatori in sette settimane di spettacoli), tempo di ritornare al Teatro Diana di via Luca Giordano per quasi un mese: dall'11 febbraio fino all'8 marzo, prima di spostarsi a Padova (11-15 marzo), Ferrara (17-18 marzo), Faenza (24-26 marzo) ed infine chiusura con un ritorno al Sistina di Roma dal 1° al 26 aprile. Ma anche per il ritorno al Diana si preannuncia il tutto esaurito al botteghino.

"Con tutto il cuore" è una commedia che racconta la storia di Ottavio Camaldoli, insegnante di lettere antiche, che si sottopone ad un trapianto di cuore, ignorando che si tratti di quello di un feroce delinquente di nome Antonio Carannante, che prima di essere ucciso sussurra alla madre, anch'ella pericolosa delinquente, le sue ultime volontà: che il suo cuore venga donato a chi possa vendicarlo. Ottavio, che subisce le angheria anche della ex moglie e del nuovo compagno di lei, e che non riesce a farsi rispettare neppure dalla figlia ventenne, non vuole però compiere questa "vendetta", e così dovrà diventare cinico e duro. Una commedia che dimostra "che in ognuno di noi ci sono tutte le sfumature e tutti i colori dell'animo umano", ha spiegato Vincenzo Salemme, "e che è sempre l'occasione che ci costringe a fare delle scelte. Ed in quelle scelte si capisce davvero quale sia la nostra natura più profonda".