297 CONDIVISIONI
4 Gennaio 2019
22:52

Confermato l’ergastolo per l’omicida di Gelsomina Verde, uccisa dai camorristi nel 2004

Confermato l’ergastolo per Ugo De Lucia, il camorrista accusato dell’omicidio di Gelsomina Verde, uccisa a 22 anni a Napoli il 21 novembre del 2004. La Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dal killer e ha quindi confermato la sentenza di carcere a vita.
A cura di Enrico Tata
297 CONDIVISIONI
Gelsomina Verde
Gelsomina Verde

Confermato l'ergastolo per Ugo De Lucia, il camorrista accusato dell'omicidio di Gelsomina Verde, uccisa a 22 anni a Napoli il 21 novembre del 2004. La Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dal killer e ha quindi confermato la sentenza di carcere a vita. De Lucia sosteneva che alcuni ‘pentiti' avrebbero potuto scagionarlo, ma i giudici non hanno accolto la richiesta. Il 31 maggio del 2018 la Corte di Appello di Roma aveva detto no alla revisione ella condanna emessa nel 2007. Secondo i giudici della Cassazione il killer non ha "alcun documento o atto che possa richiamarsi al concetto di ‘prova nuova' limitandosi a lamentare l'esistenza di mere asserzioni prive di qualsiasi sostegno"

Gelsomina Verde fu torturata e uccisa con tre colpi di pistola, poi bruciata nella sua automobile. Il suo omicidio avvenne nel contesto della cosiddetta faida di Scampia tra gli ‘scissionisti' e il clan Di Lauro. La ragazza lavorava come operaia in una fabbrica di pelletteria. Fu coinvolta perché ebbe una relazione sentimentale con uno degli ‘scissionisti'. La storia di Gelsomina Verde viene ricordata anche in un episodio della serie tv Gomorra, il nono, intitolato, per l'appunto, alla ragazza napoletana vittima della camorra.

297 CONDIVISIONI
Omicidio del piccolo Evan, la madre e il compagno condannati all’ergastolo
Omicidio del piccolo Evan, la madre e il compagno condannati all’ergastolo
4.471 di Videonews
Ucciso davanti alla chiesa a Torre Annunziata, un fermo per l'omicidio di Francesco Immobile
Ucciso davanti alla chiesa a Torre Annunziata, un fermo per l'omicidio di Francesco Immobile
Vitalie Sofroni, ucciso per aver difeso l'amica. Il ricordo degli amici nel luogo dell'omicidio
Vitalie Sofroni, ucciso per aver difeso l'amica. Il ricordo degli amici nel luogo dell'omicidio
5.186 di Chiara Ammendola
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni