Contrastare gli effetti negativi del Coronavirus e dare un segnale importante per l'economia di tutto il Paese: per questi motivi, come deciso da Progecta, la società organizzatrice, la Borsa Mediterranea del Turismo, in programma a Napoli, alla Mostra d'Oltremare, dal 20 al 22 marzo, si farà. "Progecta ha deciso di non cambiare i suoi programmi diversamente da altre importanti fiere nazionali programmate in questo periodo perché dalla tradizionale ‘piazza di primavera del turismo' tutte le imprese, unite, possano gridare la voglia di una ripresa che per natura del settore non può essere differita di settimane o qualche mese, e di recuperare la dignità di comparto economico vitale per il Paese, che le polemiche assurde di questi giorni e tanta disinformazione hanno messo in discussione in maniera pericolosa" ha dichiarato Angioletto de Negri, ideatore della Borsa Mediterranea del Turismo.

Molte le personalità attese a Napoli per la tre giorni della Bmt: i rappresentanti di Governo, il presidente dell'Enit (Ente nazionale italiano del turismo) Giorgio Palmucci, il presidente di Gattinoni Network Franco Gattinoni, il Presidente di Uvet Luca Patanè, i presidenti delle associazioni di categoria Astoi Confindustria Viaggi, Fiavet, Fto, imprenditori del tour operating come Federico Naar e l'amministratore di Alidays, Davide Catania, il country manager Msc Crociere Leonardo Massa e altri.