La preoccupazione di molti napoletani circa il coronavirus è sulla pulizia dei mezzi pubblici: da sempre denunciata dai sindacati come scarsissima, l'igienizzazione e sanificazione dei vagoni delle metro, di autobus, tram e funicolari rappresenta un vero problema che potrebbe convincere i tanti in preda alla psicosi da coronavirus a disertare i trasporti pubblici. Risultato: una città intasata. Ieri l'Azienda napoletana mobilità, Anm, ha ribadito che i mezzi saranno lavati già a partire da oggi. "Anm Informa – si legge una nota – che l'azienda ha avviato un Piano straordinario di sanificazione e igienizzazione dei mezzi di trasporto più esposti al rischio contaminazione batterica e virologica. In queste ore saranno interessati dalle misure di #disinfestazione i treni della metropolitana Linea 1 e delle Funicolari, l'intera flotta tram, bus e filobus. La misura di prevenzione adottata a tutela di passeggeri e lavoratori impegnati sul servizio, rientra tra le raccomandazioni emanate dal Ministero della Salute".

Cos'è una sanificazione? Spesso la si confonde con la disinfezione, invece sono due cose diverse. La sanificazione mira a eliminare alla base qualsiasi batterio ed agente contaminante che con le comuni pulizie non si riescono a rimuovere. Si attua  con prodotti chimici detergenti «per riportare il carico microbico entro standard di igiene accettabili ed ottimali che dipendono dalla destinazione d'uso degli ambienti interessati». Va preceduta dalla pulizia; la disinfezione invece consiste nell’applicazione di agenti disinfettanti, quasi sempre di natura chimica o fisica (calore).