Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Emergenza coronavirus, ad Avellino anche le suore dei conventi iniziano a produrre mascherine, distribuendole poi ai fedeli. Nella diocesi irpina, sono già all'opera due monasteri: si tratte di quello delle suore Oblate di Avellino e quello delle suore Benedettine di Mercogliano. Le mascherine, già prodotte a centinaia, saranno distribuite a tutti i fedeli che ne faranno richiesta alla diocesi irpina, come spiegato da monsignor Arturo Aiello, vescovo di Avellino.

Come Chiesa "il primo imperativo è essere presenti, vicini Le campane suonano lo stesso, anche se segnano l'orario di celebrazione a cui non si può partecipare, ma costituiscono una sorta di segnale per i fedeli, il segnale che la Chiesa non si è ritirata sull'Aventino", ha spiegato il vescovo di Avellino monsignor Arturo Aiello a Vatican News, spiegando che "due dei monasteri della diocesi sono attualmente impegnati nella realizzazione di mascherine: le suore Oblate di Avellino e le suore Benedettine di Mercogliano ne hanno già realizzate qualche centinaio per distribuirle a quanti ne facciano richiesta nella diocesi". Non è escluso che prossimamente altri monasteri possano aderire a questa iniziativa: la richiesta di mascherina è infatti incessante in tutta Italia, e con il diffondersi della pandemia nel resto d'Europa e del mondo, gli arrivi di scorte dall'estero si sono fatti rari, tanto che ormai anche altre aziende italiane si stanno attrezzando per produrle direttamente sul suolo nazionale e fornire così un valido strumento di difesa dal contagio soprattutto ai sanitari impegnati nel combattere l'emergenza coronavirus.