C'è il primo morto per Coronarvirus in Campania: si tratta di un uomo di 46 anni residente a Mondragone e deceduto all'ospedale San Rocco di Sessa Aurunca, nella provincia di Caserta, nella giornata di ieri. Stando a quanto si apprende, l'uomo aveva patologie pregresse, quali il diabete e crisi epilettiche che gli causavano frequenti crisi respiratorie per le quali erano necessarie cure in ospedale. Da quanto si apprende, inoltre, la direzione sanitaria dell'ospedale di Sessa Aurunca ha posto in quarantena sia il personale sanitario venuto in contatto con il paziente sia i famigliari; il Pronto Soccoro del nosocomio è stato chiuso. Subito dopo la morte del 46enne, avvenuta come detto ieri, era stato effettuato il tampone, che è stato analizzato all'ospedale Cotugno di Napoli, nosocomio di riferimento regionale per le malattie infettive: anche in questo caso, come per gli altri tamponi risultati positivi al Cotugno, bisognerà attendere la conferma ufficiale dell'Istituto superiore di sanità.

"La notizia della positività del giovane di Mondragone deceduto ieri al San Rocco è per ora confermata. È scattato il protocollo previsto. Si attende la definitiva conferma da Roma. Manteniamo la calma e agiamo con responsabilità" ha scritto Silverio Sasso, sindaco di Sessa Aurunca, su Facebook.

Sono 57 i casi di Coronavirus in Campania, stando all'ultimo aggiornamento arrivato dalla task force della Regione Campania nel primo pomeriggio di oggi. Tra questi, come è stato reso noto ieri, va annoverata anche una persona che è guarita e, purtroppo, come appreso oggi, anche il primo decesso, in riferimento al 46enne morto a Sessa Aurunca.