Un milione di tamponi rapidi per il coronavirus da utilizzare su pazienti sintomatici: li ha acquistati la Regione Campania, che avvierà una nuova campagna di screening di massa. Si chiama "Antibody Determination Kit", ed era stato già utilizzato con successo in Cina. Lo ha annunciato Palazzo Santa Lucia: serviranno principalmente nella fase pre-triage, e consentiranno di avere "un risultato non certo ma altamente probabile sull'eventuale positività del paziente".

Di fatto, il kit aiutare a capire soprattutto, in fase di pre-triage, i casi negativi: e dunque, saranno utilizzati su coloro che presentano sintomi simili a quelli del Covid-19, ma che non necessariamente potrebbero aver contratto davvero il virus. Nel caso invece il test veloce desse esito positivo, si passerà al tampone ospedaliero vero e proprio, che fugherà ogni dubbio. Di fatto, anche la Regione Campania si allinea a quanto accaduto in altre regioni, come ad esempio il Veneto: nelle ultime ore il governatore Luca Zaia ha già annunciato che eseguirà controlli a tappeto anche per far emergere i casi di pazienti asintomatici, che potrebbero comunque essere "portatori sani" del virus.

Il bilancio in Campania, intanto, ha superato quest'oggi quota 500: per la precisione, quest'oggi sono stati riscontrati altri 94 tamponi positivi sui 426  effettuati tra gli ospedali di Napoli, Avellino e Salerno, portando il numero dei contagiati a quota 554 in Campania, considerando anche i 28 guariti ed i 14 deceduti. Tutte le province ormai hanno superato i 50 contagiati, con l'unica eccezione di Benevento: con un caso registrato a Sassinoro quest'oggi, il Sannio sale a quota cinque contagiati dall'inizio della pandemia.