C'è stato un furto di materiale all'ospedale Loreto Mare di Napoli, destinato oggi all'assistenza per i malati di Coronavirus. In mattinata è stato appurata la sottrazione – probabilmente avvenuta nottetempo –  dei dispositivi di protezione individuale (mascherine, visiere, camici di protezione, detergenti, i cosiddetti Dpi) in dotazione ai nuovi infermieri giunti in supporto per il reparto Covid-19. Il furto – spiegano a Fanpage.it fonti che vogliono restare anonime – è avvenuto negli spogliatoi degli infermieri, danneggiando tutti gli armadietti e asportando anche alcuni oggetti personali. A quanto si apprende – a meno che non arrivi un nuovo rifornimento  –  i nuovi venuti dovranno munirsi di materiale di protezione autonomamente per i primi giorni di lavoro.

Si tratta di una vicenda sconcertante che aggrava ancor più la situazione già critica delle dotazioni di chi lavora in prima linea. Fanpage.it ha interpellato ulteriori fonti manageriali e sanitarie all'interno di Asl e dell'ospedale Santa Maria di Loreto Nuovo ubicato in via Vespucci. Si attende una relazione dettagliata sull'argomento. Altre fonti confermano i «furti negli armadietti», dei quali al momento non si conosce l'entità. In queste ore così difficili c'è bisogno della massima operatività anche perché tutte le sale intensive degli ospedali della Campania rischiano di essere strapiene, ben oltre la possibilità :  il reparto di degenza Covid19 aperto ieri all'ospedale Loreto Mare di Napoli dei suoi 10 posti letto aperti ne ha 6 già occupati.