1.141 CONDIVISIONI
Covid 19
4 Marzo 2020
12:21

A Napoli sequestrate 10mila mascherine: vendute con un rincaro del 6150%

Emergenza Coronavirus: la Guardia di Finanza del gruppo locale, su disposizione della Procura di Napoli Nord, ha posto sotto sequestro 10mila mascherine protettive; venivano vendute in una parafarmacia di Varcaturo, a Giugliano in Campania, nella provincia di Napoli, con un rincaro del 6150 percento.
A cura di Valerio Papadia
1.141 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Vasta operazione della Guardia di Finanza di Napoli e della Procura di Napoli Nord contro la speculazione su prodotti sanitari e disinfettanti divenuti di difficile reperimento a causa dell'emergenza Coronavirus in Italia: le Fiamme Gialle hanno sequestrato circa 10mila mascherine protettive che venivano messe in vendita con un rincaro esagerato rispetto al normale prezzo di vendita. Nella fattispecie, i finanzieri del gruppo di Giugliano hanno controllato una parafarmacia di Varcaturo, frazione della città della provincia di Napoli, sottoponendo a sequestro le 10mila mascherine protettive per il Covid-19, vendute a prezzi esorbitanti.

In particolare, nella suddetta parafarmacia erano messe in vendita due tipi di mascherine: le LifeGuard, con un rincaro del 6150 percento e le monovelo, con un rincaro del 300 percento. Secondo quanto hanno rivelato le indagini, il commerciante aveva acquistato grossi quantitativi di mascherine e, per massimizzare i guadagni, le aveva riconfezionate artigianalmente per venderne una alla volta. La Procura sta verificando le condizioni per procedere alla vendita coattiva dei prodotti sequestrati.

Come mostrato da Fanpage.it, la speculazione su mascherine e gel disinfettanti, con l'emergenza Coronavirus, è un fenomeno che si sta diffondendo. In alcuni negozi del Vasto e dell'Arenaccia, nel centro di Napoli, le mascherine protettive, del tipo FFP2, vengono vendute a 7 euro, mentre il prezzo di acquisto è di 0,29 centesimi: un rincaro, dunque, del 2400 percento. "Le mascherine FFP2  non sono utili per proteggersi dal contagio da Coronavirus, possono filtrare le polveri, i batteri, il vapore, ma non le goccioline di saliva che trasportano il Coronavirus" ha detto a Fanpage.it Maurizio Cappiello, dirigente medico del Pronto Soccorso dell'ospedale Cardarelli di Napoli.

1.141 CONDIVISIONI
31623 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni