A Napoli non ci saranno turnazioni per i supermercati come sta accadendo in altre zone a causa del Coronavirus. l Comune di Napoli smentisce "categoricamente" l'ordinanza che sta girando in queste ultime ore sui social e su Whatsapp secondo cui il sindaco, Luigi de Magistris, avrebbe limitato gli accessi ai supermercati attraverso turnazione alfabetica.

L'amministrazione pertanto ribadisce che i supermercati e gli esercizi che vendono generi alimentari così come farmacie e parafarmacie sono "regolarmente aperti e fruibili senza alcuna turnazione per ordine alfabetico". A conferma che si tratta di una fake news gli errori nel logo del Comune e nel nome in calce del sindaco.

Ci sono in effetti alcuni comuni della Campania, ovvero Ottaviano ed Ercolano nella zona Vesuviana e Angri, nel Salernitano, dove è stata attuata la turnazione dei supermarket usando come riferimento la prima lettera del cognome. Motivo: limitare l'accesso alle strutture della Gdo (grande distribuzione organizzata) dove si può veicolare il contagio. Parliamo tuttavia di piccoli centri rispetto al capoluogo partenopeo. A Napoli ci sono altresì alcuni supermarket che stanno imponendo la misurazione obbligatoria della temperatura corporea e la mascherina a chi accede. Forze dell'ordine e Regione Campania al momento sono presi alla sprovvista e non sanno se dover vietare ufficialmente tale pratica, che si svolge in assenza di una norma specifica sia nazionale che locale.