Sta diventando davvero molto difficile, nella provincia di Caserta, la situazione derivante dall'emergenza Coronavirus: sono 160 le persone positive al Coronavirus, secondo l'ultimo bollettino dell'Unità di Crisi della Protezione Civile della Regione Campania, su 1.199 in tutto il territorio. Tra i nuovi contagiati, da quanto si apprende, ci sono anche due infermieri che prestano servizio nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, il cui contagio sarebbe legato a quello precedente di un medico in servizio anche lui nella casa circondariale. Positivo al Covid-19 un infermiere in servizio all'ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta, dove nei giorni scorsi sono risultati positivi anche due medici. Tra i nuovi casi di contagio nel Casertano si registrano anche un 33enne a Marcianise e un 67enne a Casal di Principe. Un bimbo di 11 anni è risultato positivo a Santa Maria Capua Vetere, il comune che fa registrare il più alto numero di contagi: ben 22.

Nella giornata di ieri, purtroppo, nella provincia di Caserta si sono registrati anche due decessi: si tratta di un uomo di 67 anni di Aversa e di un uomo di 82 anni di Orta di Atella. Nell'annunciare la morte del concittadino di 67 anni, il sindaco di Alfonso Golia ha detto: "Dall'inizio dell'emergenza questa per me è la diretta più difficile e dolorosa. Vi invito a stringervi insieme a me attorno al dolore della famiglia a cui esprimo il più sentito cordoglio da parte della nostra città". Ad Aversa è risultato positivo un uomo di 44 anni, tra i nuovi contagi, mentre il "paziente 1", il primo contagiato in città, è invece fortunatamente guarito.