Ci ricasca Vittorio Feltri e, sui social, regala un'altra uscita delle sue, infelice e offensiva nei confronti dei napoletani. Questa volta, il tema scelto dal giornalista è il Coronavirus, con i 14 casi accertati il Lombardia, la sua regione (è originario di Bergamo, ndr); sul proprio account Twitter, il direttore di Libero ha scritto: "Da lombardo devo ammettere che invidio i napoletani, che hanno avuto solo il colera, roba piccola in confronto al Corona" si legge nel tweet, in riferimento, come detto, al Coronavirus. Tanti i commenti di utenti arrabbiati che si possono leggere sotto al tweet del giornalista. Non è la prima volta che, nel corso della sua attività di direttore di giornale, editorialista e personaggio televisivo, Vittorio Feltri si lascia andare a commenti offensivi su Napoli e i napoletani. Non troppo tempo fa, Libero titolò: "A Napoli torna il colera. Lo portano gli immigrati" in riferimento a un presunto caso di colera curato in un ospedale partenopeo.

Per quanto riguarda il Coronavirus, invece, sono 14 come detto i casi di contagio accertati in Lombardia, mentre altri 2 si sono invece registrati in Veneto. Il più grave resta l'uomo di 38 anni ricoverato nel Lodigiano, mentre la moglie è sotto osservazione all'ospedale Sacco di Milano. Sulla questione, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che si trova a Bruxelles, ha dichiarato: "Eravamo preparati, trattandosi di agenti virali facilmente trasmissibili. La popolazione non deve essere preoccupata, avevamo un piano e lo stiamo attuando", invitando dunque gli italiani a non lasciarsi andare ad allarmismi.