In un periodo storico in cui il Coronavirus riempie, purtroppo, le pagine di cronaca con notizie spiacevoli, una bella storia a lieto fine collega Napoli e Parigi, unite per salvare la vita a un bambino di soli 4 anni, affetto da una grave forma di leucemia e salvato da un cordone ombelicale. La vicenda è stata resa nota dall'ospedale Pausilipon di Napoli, nosocomio pediatrico della città, protagonista della vicenda: lo scorso 17 maggio, da Parigi è arrivata una richiesta di urgenza di un cordone ombelicale raccolto a Sapri – nella provincia di Salerno – nel 2009, compatibile al 100 percento per il trapianto di un bambino di 4 anni, in attesa, affetto da Leucemia Mieloide Acuta e ricoverato in un ospedale della Capitale francese.

Grazie alla staffetta tra la Banca Regionale di Sangue di Cordone Ombelicale (BA.S.CO) e il Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo (IBMDR), lo scorso 18 marzo il cordone è stato ritirato, mentre il successivo 19 marzo, giovedì, è stato consegnato a Parigi, dove si procederà al trapianto che salverà la vita al bimbo di 4 anni. "In periodo di Covid-19, in cui anche i protocolli sui trapianti sono diventati molto più complessi ed elaborati, è un successo l'incredibile tutto merito degli operatori coinvolti che, con professionalità, hanno reso possibile il trasporto del cordone in tempi così brevi" si legge in una nota dell'ospedale Pausilipon di Napoli.

Intanto, come ogni giorno, la Regione Campania, tramite l'Unità di Crisi della Protezione Civile, ha diramato gli aggiornamenti sui casi di Coronavirus sul territorio: alla serata del 20 marzo, i positivi al Covid-19 in Campania sono 837. Sono 17 purtroppo i morti, mentre 30 sono le persone guarite.