Un giovane danneggia la fontana storica di San Leucio lanciandogli pietre, i suoi amici lo riprendono e postano il video su Instagram. I carabinieri, però, visto il video, procedono in poche ore all'identificazione del responsabile e lo deferiscono all'autorità giudiziaria in stato di libertà. Quella che forse nella loro mentre è stata una "semplice bravata" avrà dunque ben altri risvolti giudiziari: la vicenda è accaduta nella cittadina di San Leucio, nel Casertano.

Protagonista suo malgrado di questa vicenda è la fontana del sito Unesco di San Leucio, realizzata nel 1794 dallo storico scultore napoletano Angelo Solari e che fa parte del complesso legato al Palazzo Reale di Caserta con il Parco e dell'Acquedotto di Vanvitelli. La fontana è stata presa di mira da un gruppo di giovinastri locali, uno dei quali ha pensato di lanciare pietre provocando anche seri danni ai rivestimenti marmorei. Il gruppo di amici ha ben pensato di "immortalare" questo momento, con tanto di video su Instagram in cui "celebrano" questa impresa di lanciare pietre contro un monumento storico. Sfugge però come pensassero di farla franca: mentre i residenti segnalavano alle autorità i danni riportati dalla statua, il video era già tranquillamente in rete, e così in poco tempo il cerchio si è stretto attorno agli autori dello stesso e, soprattutto, al vandalo vero e proprio, ben inquadrato e facilmente riconoscibile nel video. E così i carabinieri della vicina Casagiove, dopo averlo identificato, lo hanno raggiunto e deferito in stato di libertà: si tratta di un 19enne di Caserta, che ora deve rispondere del danneggiamento della fontana di San Leucio.