Autunno caldo? Non proprio: le proteste d'un tempo sono ormai cosa passata. Ma resta un dato: la sede del Regione Campania di via Santa Lucia è ormai il punto in cui si concentrano le manifestazioni di qualsiasi tipo, dai disoccupati agli immigrati, dai lavoratori socialmente utili agli operatori socio sanitari. Inutile, protestare sotto il Comune di Napoli, vista la sua insussistenza dal punto di vista economico, le proteste di lavoratori ed ex lavoratori si concentrano sotto gli uffici della giunta regionale retta da Vincenzo De Luca.

Proprio qualche giorno fa il presidente della Regione Campania è stato fermato da alcuni lavoratori che gli chiedevano conto di vertenze; l'ex sindaco di Salerno è noto per i suoi faccia-a-faccia coi manifestanti, anche molto duri, ma evidentemente ha preso provvedimenti per evitare che ciò si ripeta in futuro. E così, oltre la doppia sorveglianza polizia-carabinieri , assicurata quasi 7 giorni su 7 da due mezzi delle forze dell'ordine con almeno 6-7 uomini a presidiare l'area, da qualche ora l'ingresso della Regione Campania è blindato da grossi jersey di cemento che sostituiscono le più leggere e incerte transenne in ferro.