Covid 19
25 Aprile 2020
19:29

De Magistris: “App Immuni sia strumento con garanzie costituzionali certe, altrimenti mi preoccupa”

Dopo le critiche e i dubbi mossi nei confronti dell’applicazione “Immuni”, che dovrebbe controllare i cittadini che vi aderiscono in modo del tutto volontaria nei loro spostamenti pur salvaguardandone la privacy, anche il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha mostrato alcune perplessità al riguardo.
A cura di Filippo M. Capra
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Dopo le critiche e i dubbi mossi nei confronti dell'applicazione "Immuni", che dovrebbe controllare i cittadini che vi aderiscono in modo del tutto volontaria nei loro spostamenti pur salvaguardandone la privacy, anche il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha mostrato alcune perplessità al riguardo.

Dubbi sull'app Immuni: Servono garanzie costituzionali certe

Il primo cittadino napoletano ha dichiarato che "prima di tutto dobbiamo vedere cosa è questa app", questo perché non crede che il commissario straordinario per l'emergenza Covid "Arcuri ci abbia fatto capire bene di cosa si tratta". Il sindaco di Napoli offre poi un paragone con la Corea del Sud, dove "è stata molto utile ma nella fase apicale dell'epidemia". De Magistris ha quindi spostato l'attenzione sulla tempistica di utilizzo dello strumento tecnologico: "Se l’app arriva a giugno o luglio e diventa solo uno strumento per controllare la libertà e i movimenti degli italiani un po’ mi preoccupa", ha ammesso a SkyTg24. Ma, "se invece diventa uno strumento con garanzie costituzionali certe, gestito da un’autorità indipendente e di cui abbiamo contezza di che uso viene fatto, ed è solo quello del tracciamento sanitario dell’infezione, allora può essere uno strumento tecnologico utile", ha poi chiosato.

Allentamento delle misure: Temo epidemia sociale ed economica

Il sindaco napoletano ha inoltre affrontato il tema della possibile "epidemia sociale ed economica" che potrebbe colpire il paese nelle prossime settimane, a lockdown finito. A tal proposito, De Magistris ha parlato di una sua preoccupazione in caso di allentamento delle restrizioni: "Bisogna stare molto attenti perché altrimenti rendiamo vano il sacrificio fatto fino ad ora", ha detto, prima di parlare dell'epidemia di cui sopra "che mi preoccupa tanto". "Qui il Governo deve dare risposte più rapide e coraggiose – ha continuato il primo cittadino di Napoli -, perché altrimenti noi sindaci rischiamo di non riuscire a reggere una situazione sociale che, se non è ben controllata, può diventare questione di ordine pubblico e anche contagio criminale".

31632 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni