Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Hanno organizzato un picnic in un parco come se fossero andati a fare una scampagnata, nonostante le disposizioni del governo per arginare la diffusione del Coronavirus: per questo, 12 persone sono state denunciate dai carabinieri a Varcaturo, frazione del Comune di Giugliano in Campania, nella provincia di Napoli; risponderanno tutti di inosservanza dei provvedimenti delle autorità. Nella fattispecie, i carabinieri della stazione di Varcaturo e quelli della Sezione Radiomobile di Giugliano hanno sorpreso 12 persone in un parco di via Madonna del Pantano che stavano svolgendo un picnic: erano attrezzati con sedie, tavolini e alimenti vari. Ai militari dell'Arma che li hanno sorpresi, i 12 denunciati si sono giustificati dicendo che avevano bisogno di prendere una boccata d'aria dopo cinque giorni chiusi in casa.

Da quando il Dpcm del governo che ha imposto ai cittadini di tutta Italia di rimanere in casa e di uscire soltanto per questioni urgenti come andare a lavoro, fare la spesa o motivi di salute, le forze dell'ordine sono impegnate sul campo per far sì che si rispettino le disposizioni. Nelle scorse ore, ad esempio, sull'isola di Ischia, nel Golfo di Napoli, due ragazzi di 26 anni sono stati denunciati dai carabinieri con l'accusa di diffusione colposa di epidemia. I due giovani sono stati sorpresi dai militari dell'Arma a passeggiare, nonostante l'Asl li avesse messi in quarantena perché tornati di poco dalla Lombardia, uno dei focolai del virus. Alla vista dei carabinieri, i due sono scappati, ma sono stati raggiunti e identificati dai militari e denunciati perché obbligati all'isolamento totale.