L’Ospedale del Mare
in foto: L’Ospedale del Mare

C'è una indagine interna dell'Asl Napoli 1 Centro per fare chiarezza sulla denuncia del figlio di un uomo di 85 anni, dimesso dall'Ospedale del Mare di Napoli con una polmonite non diagnosticata nel nosocomio partenopeo. Come riporta Repubblica, l'anziano arriva al Pronto Soccorso dell'ospedale lo scorso 16 ottobre con una emorragia urinaria: in un moto di intolleranza, l'85enne si è strappato il catetere. Sottoposto ai controlli del caso e al reimpianto del catetere, l'uomo viene dimesso. L'emorragia, però, persiste e, il successivo 20 ottobre, l'anziano torna in ospedale. Secondo la denuncia del figlio, nonostante fosse evidente l'esistenza di altri problemi, il padre viene sottoposto solo a controlli e terapie per quanto riguarda l'aspetto urologico.

L'85enne viene dimesso nuovamente, ma tornato a casa le sue condizioni peggiorano: l'uomo piomba in uno stato di semi incoscienza, con affanno e tosse. Il figlio decide di farlo visitare allora dal medico di famiglia, che gli diagnostica una broncopolmonite con versamento pleurico a destra, non capacitandosi di come la patologia non fosse stata diagnosticata in ospedale. "Ho attivato il giorno stesso in cui ho letto la notizia su Repubblica. Ho dato la scadenza per i risultati a mercoledì perché emergano gli elementi necessari alle valutazioni di mia competenza" ha dichiarato Ciro Verdoliva, direttore generale dell'Asl Napoli 1 Centro.