Un gruppo di disoccupati del movimento di lotta "7 novembre" ha occupato il tetto della Chiesa di Santa Maria delle Grazie dei Capodimonte, mentre un corteo di altri senza lavoro aderenti alla stessa organizzazione sta sfilando in città in direzione di Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli. Lungo la faccia della chiesta è stato calato uno striscione su cui si legge "Vogliamo tutto" e la sigla del movimento. La manifestazione era stata annunciata nei giorni scorsi, con punto di incontro per le 9 di oggi, 15 luglio, in piazza Carità.

"Vogliamo risposte concrete per il lavoro – dice uno dei portavoce di 7 novembre – chiediamo un incontro tra Città Metropolitana e Comune di Napoli per la nostra vertenza, per dare continuità agli impegni assunti, chiediamo che si solleciti un incontro al Ministero dopo il tavolo al Mise delle scorse settimane. Mentre siamo in piazza la nostra lotta è al fianco delle famiglie sotto sgombero a Roma e a via Cardinal Capranica".

A Roma, in via Cardinal Capranica, in zona Primavalle, sono in corso da stamattina le operazioni di sgombero di una ex scuola. Nell'istituto agrario vivono 340 persone che, dopo aver accettato una soluzione alternativa, hanno cambiato idea. Gli occupanti hanno lanciato oggetti dalle finestre e incendiato materassi e cassonetti; le forze dell'ordine stanno cercando di farsi strada coi blindati e usando gli idranti per spegnere le fiamme. Nei giorni scorsi, il 12 luglio, i disoccupati della sigla 7 novembre erano scesi in piazza per partecipare alla protesta dei dipendenti di NapoliServizi, che avevano inscenato un sit in davanti al Comune di Napoli.