[Immagine di repertorio]
in foto: [Immagine di repertorio]

Chiusa una grossa macelleria di Ottaviano, nel territorio vesuviano: i carabinieri del Nas hanno scoperto una serie di irregolarità che hanno portato anche al sequestro di oltre due tonnellate di prodotti di carne, mentre per il locale usato come cella frigorifera è scattata la serrata. In totale, il valore complessivo dei provvedimenti adottati supera il milione di euro, come spiegato dai carabinieri del Nas di Napoli che hanno condotto l'operazione assieme al personale dell'Azienda Sanitaria Locale Napoli 3 Sud (Distretto Sanitario 52 – Ottaviano).

I controlli sono avvenuti in una grossa macelleria che si trova ad Ottaviano, comune napoletano alle pendici del Vesuvio. All'interno di questa grande macelleria, è stato scoperto in primis che oltre due tonnellate di prodotti di carne fossero sprovvisti della documentazione che ne attestasse la tracciabilità, facendo così scattare il sequestro dell'intero quantitativo di alimenti. Poi, durante i controlli sono state anche impartite delle prescrizioni per l'adeguamento del manuale di autocontrollo per quanto riguarda la parte relativa al trattamento termico negativo delle carni fresche. Chiuso, con divieto assoluto d'utilizzo, il locale pertinente alla macelleria ed usato per il congelamento delle carni e per la stagionatura degli insaccati. Complessivamente, il valore complessivo dei provvedimenti adottati dai carabinieri del Nas e dal personale dell'Asl Napoli 3 Sud ammonta ad oltre un milione di euro.