Si è spento il medico e scrittore Lucio Rufolo. Dirigente dell'ospedale Cardarelli di Napoli, pneumologo conosciuto e apprezzato da decenni, aveva poi intrapreso una seconda carriera con la penna, scrivendo libri pieni di un umorismo sottile e intelligente, mai banale e scontato. Testi e racconti che poi avevano contribuito alla  trasmissione di RadioDue "Musica di Scorta", e  chenel 2017 lo avevano portato a vincere una menzione speciale per la scrittura comica al "Premio Troisi" con il volume "L'Antologia di Spam River". Napoletano orgoglioso di esserlo, Rufolo nei suoi scritti umoristici non mancava di mettere in piazza i difetti dei suoi concittadini e di questa Italia.

Tantissimi i messaggi di ricordo di Lucio Rufolo

Decine i messaggi di saluto e affetto per il medico e scrittore e per la moglie Francesca. Tra chi ha voluto ricordare pubblicamente Rufolo uno degli scrittori napoletani più famosi di questi anni, Maurizio De Giovanni: "Lucio Rufolo. L'uomo più simpatico che abbia mai incontrato. Senza di te, amico mio, una vita con molto meno sorriso. Ti voglio tanto, tanto bene". "Il ricordo della sua anima meravigliosa e gentile resterà sempre nei nostri cuori", il messaggio della casa editrice Colonnese&Friends. L'ultimo saluto si terrà domenica 7 luglio nella Chiesa di San Vincenzo Pallotti (via Manzoni 1).