Lutto nel mondo della gastronomia campana, e non solo: è morto, dopo una lunga malattia, Alfonso Pepe, re dei pasticcieri napoletani, in particolar modo del panettone artigianale: aveva 55 anni. La mission di Pepe era infatti quella di utilizzare solo ed esclusivamente ingredienti genuini del territorio; dalla sua pasticceria di Sant'Egidio del Monte Albino, nella provincia di Salerno, è arrivato a conquistare tutto il mondo. Tantissimi i messaggi di cordoglio che sono apparsi sui social network in queste ore; tra gli altri, anche quello del noto pizzaiolo napoletano Gino Sorbillo, che commenta la morte di Pepe definendola "una grande perdita". Il noto pizzaiolo ha poi pubblicato anche una foto che lo ritrae in compagnia del pasticciere: "Rip Alfonso Pepe, da oggi delizierai tutto il paradiso fratello mio. Siamo tutti sconvolti e senza parole. Alfonso Pepe per sempre nei nostri cuori" scrive Sorbillo.

La pasticceria di Alfonso Pepe nasce negli anni Ottanta che, grazie anche all'aiuto dei fratelli Prisco e Giuseppe e della sorella Anna, fonda l'azienda di famiglia. Nel 1995, Pepe entra a far parte dell'Accademia dei Maestri Pasticcieri Italiani. Particolarmente apprezzato, come detto, il panettone artigianale: in diverse occasioni, il suo panettone è stato riconosciuto come il migliore d'Italia. Molto apprezzate anche le sue colombe pasquali artigianali.