2.762 CONDIVISIONI
5 Settembre 2015
12:38

Ecco come sarà il Lungomare di Napoli dopo i lavori

Sei mesi di lavoro a partire dalla primavera 2016 per ridare un nuovo look alla zona che va dal Molosiglio a piazza Vittoria. Via l’asfalto, torna la pietra lavica.
A cura di Redazione Napoli
2.762 CONDIVISIONI

Sei mesi di lavoro, a partire dalla prossima primavera, tra piazza Vittoria e il Molosiglio per ridare a Napoli un nuovo lungomare, ristrutturato nell'arredo urbano e nella pavimentazione. Semaforo verde, dalla giunta comunale guidata da Luigi de Magistris ql progetto definitivo di riqualificazione urbana della zona. "Il progetto – spiega Palazzo San Giacomo in una nota – ha tenuto nel debito conto anche le indicazioni e le osservazioni avanzate, negli incontri, dalle associazioni di categoria e dai principali portatori di interesse dell'area (albergatori, ristoratori,commercianti)".

Lungomare di Napoli, cosa prevede il progetto

Il piano prevede la sostituzione della pavimentazione in asfalto con una nuova pavimentazione in pietra lavica, "scelta frutto di una approfondita, originale e specifica ricerca storica condotta attraverso documenti inediti – scrive il Comune nella nota – immagini storiche e atti del Comune presenti presso il nostro Archivio storico". E ancora: ampliamento del marciapiede lato edifici, al fine di aumentare lo spazio pubblico per la sosta dei pedoni, regolamentando quello destinato alle occupazioni da parte di bar e ristoranti. Saranno realizzate due corsie veicolari, per garantire il transito dei mezzi di soccorso e di quelli autorizzati; la realizzazione di uno spazio da destinare all’uso ciclabile, in coerenza con il tracciato generale della rete cittadina, e la previsione di aree pubbliche di sosta per i pedoni e di aree da destinare all'occupazione da parte di bar, ristoranti e alberghi. Previso l’adeguamento e l’implementazione dell’impianto di pubblica illuminazione, attraverso sistemi sostenibili e di risparmio energetico.
Il valore complessivo dell’intervento è di circa 12 milioni di euro.

"Con questa delibera – spiega l'assessore comunale Carmine Piscopo – entriamo nella fase operativa. All’atto del trasferimento dei fondi da parte della Regione Campania, che già ha confermato di voler sostenere economicamente l’opera, procederemo all’indizione della gara che sarà espletata in due mesi. I lavori prenderanno il via per l’inizio della primavera del 2016 e si concluderanno in sei mesi".

“Siamo particolarmente soddisfatti – ha dichiarato il Sindaco Luigi de Magistris, assieme all’assessore Piscopo – che la Soprintendenza abbia condiviso questa scelta strategica ritenendola utile alla valorizzazione del bene ambientale costituito dal Lungomare di Napoli. La rigenerazione di questo tratto di costa con la realizzazione di arredi e attrezzature stabili ne consentirà il pieno utilizzo da parte di tutti i cittadini, potenziando l’offerta turistica con positive ricadute anche occupazionali”.

2.762 CONDIVISIONI
Napoli, lungomare-spiaggia e Bagnoli come la Reggia di Caserta: le provocazioni dell'architetto-vigile
Napoli, lungomare-spiaggia e Bagnoli come la Reggia di Caserta: le provocazioni dell'architetto-vigile
Nave con carico di grano arenata nel porto di Napoli, al lavoro tre rimorchiatori
Nave con carico di grano arenata nel porto di Napoli, al lavoro tre rimorchiatori
Napoli, i condannati potranno fare lavori utili al Comune al posto di carcere e multe
Napoli, i condannati potranno fare lavori utili al Comune al posto di carcere e multe
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni